Chi Siamo

Chi Siamo

Il progetto educativo delle Maestre Pie dell’Addolorata

 

L’Istituto delle Maestre Pie dell’Addolorata, come indica il suo stesso nome, fin dall’inizio ha inteso come sua specifica vocazione nella Chiesa l’insegnamento ai bambini, ai ragazzi e ai giovani. Un lungo cammino di servizio, svolto per lo più nel silenzio e nella povertà dei mezzi, sta ad indicare quanto l’Istituto ha potuto fare, con la grazia di Dio e con la collaborazione di tante persone di buona volontà (cfr M. Luisa Falsetti, 14 settembre 1981)

 

DPSCamera_0040

Madre Elisabetta Renzi, la nostra fondatrice

Il Progetto Educativo che l’Istituto Maestre Pie dell’Addolorata attua in ogni grado di scuola si fonda su Cristo e sul suo Vangelo:

 

- E’ Cristo che ci rivela nello Spirito il Padre
- E’ Cristo che ci offre nella sua Parola i valori a cui ispirarci
- E’ Cristo che ci presenta il comandamento dell’amore su cui si fondano i diritti della persona, della Comunità della Chiesa e della società

 

Il Progetto Educativo delle Maestre Pie si colloca nel cuore dell’opera evangelizzatrice della Chiesa e si costruisce con uno stile proprio che si richiama:

 

LogoME

Clicca per aprire la pagina dedicata a Madre Elisabetta

- al carisma della Fondatrice Madre Elisabetta Renzi
- alle indicazioni pedagogiche contenute negli scritti della Fondatrice e all’esperienza viva dell’istituto
- alle Costituzioni dell’Istituto

Nella scuola curiamo la formazione integrale della “persona”, per il suo inserimento consapevole e responsabile nella vita cristiana, familiare, sociale e professionale, aiutandola, così a raggiungere la sua maturità umana e cristiana (Art. 126 Costituzioni)

 

L’educazione esige:

 

- l’attenzione alla persona costitutivamente libera e “principio, soggetto e fine di tutte le istituzioni sociali” (G.S. 52)

 

- l’impegno a conoscere e amare la persona come soggetto unico e irripetibile (il metodo preventivo)

 

- La famiglia costituisce il fondamento della società ed in essa diverse generazioni s’incontrano e si aiutano ad armonizzare i diritti della persona con altre esigenze della vita sociale.

 

- La comunità educante: la collaborazione responsabile per attuare il progetto educativo deve essere sentita quale dovere di coscienza da tutti i membri della comunità-insegnanti, genitori, alunni, personale amministrativo e non docente- ed è esercitata secondo i ruoli e i compiti propri di ciascuno

 

- Fine primario dell’educazione è la promozione dell’uomo integrale, cioè di personalità umanamente e socialmente mature, impegnate ad attuare coraggiosamente un ideale di vita e di società ispirato al Vangelo, in ordine all’attuazione della sintesi tra fede e vita nella persona dell’alunno, la Scuola Cattolica è cosciente che l’uomo deve essere formato a un processo di continua conversione per poter essere ciò che Dio vuole che sia

stemmampda

 

- Metodo: la Scuola Cattolica non trasmette dunque la cultura come mezzo di potenza e di dominio, ma come capacità di comunione e di ascolto degli uomini, degli avvenimenti, delle cose. Si apre al rispetto dei modi di pensare e di vivere degli altri e avendo come fonte di ispirazione fondamentale gli artt. 3, 33, 34 della Costituzione Italiana.

 

 

La scuola dell’Infanzia e Primaria Maestre Pie dell’Addolorata oltre alle indicazioni provenienti dalla Congregazione fa parte delle seguenti federazioni: FISM, AGIDAE, FIDAE e collabora con la Parrocchia di S. Cipriano, con le associazioni sportive del territorio del XIX municipio di Roma.